Parco Archeologico - Sito ufficiale del Portale Web "Bernalda Net"

Vai ai contenuti

Menu principale:

Parco Archeologico

Metaponto > Parco Archeologico

Parco Archeologico di Metaponto


L'archeologia del Metapontino ha nella colonia greca il punto di maggiore interesse, sia per l'estensione dell'area che per la ricchezza delle strutture messe in luce. Il santuario urbano si compone dei resti di quattro edifici templari, tra i quali s'impone quello dorico di Hera, costruito intorno alla metà del VI secolo a.C. Nell'ampia agorà si sviluppa il teatro, sovrapposto ad una precedente struttura circolare d'età arcaica destinata ad ospitare le assemblee cittadine. Il modello architettonico anticipa le forme dell'anfiteatro romano. La peculiarità della città è data comunque dalla organizzazione ortogonale dei suo impianto urbano e dalla capillare rete di drenaggi che hanno bonificato la zona. Altri complessi sono rappresentati dal quartiere dei ceramisti e dal cosiddetto Castro Romano con la basilica paleocristiana e la monumentale stoà ellenistica che chiude il lato orientale dell'agorà. In quest'ultimo settore si riduce l'abitato durante il periodo romano imperiale. All'esterno della città antica sono pure raggiungibili due settori della necropoli, uno nel parco antistante il museo e l'altro sulla strada n. 175 per Matera, ad est dell'incrocio con la statale Jonica 106. Ai limiti del territorio, a ricordare l'esistenza di un antico tracciato viario extraurbano, è visibile l'elegante colonnato dorico arcaico dell'Heraion, cosiddetto delle Tavole Palatine. Questo monumento ha sempre rappresentato nell'immaginario popolare l'antica colonia greca e ne ha stimolato anche la fantasia. Nei locali del vicino Antiquarium è disponibile una mostra didattica con una sintesi storico-archeologica del territorio.

 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu